Tre giorni di viaggio esplorando la natura, l’arte e la storia della zona nord est del Tigray

Con il nome Agame si identifica una antica e storica regione del nord est Tigray, che oggi confina a nord con l’Eritrea e a est con l’Afar. La regione è il centro di un’antica civilità e del Cristianesimo etiopico. Si chiamano Agame anche le montagne a sud di Adigrat: un paesaggio modellato da profonde gole e valli, da plateau e pianori, e da massicci montuosi profondamente erosi, che i contadini recuperano con terrazzamenti coltivati. In questo viaggio cammineremo fino a 2800 metri di altezza per raggiungere la guesthouse di Erar, un posto che ha una fantastica vista verso le montagne a ovest.

Irob è il nome di una delle unità amministrative (wereda) del nord est Tigray e la cittadina più importante è Alitena. La missione cattolica che ci ospita fu fondata dal missionario Giustino de Jacobis e i preti ci introdurranno alla storia degli Irob, che comprende soprattutto gente che parla Saho come madre lingua (il Saho è una lingua cuscitica, e ha più relazioni con l’Afar che con il Tigrino).

In un viaggio di tre giorni proveremo a conoscere meglio i tratti geografici e naturali, artistici e culturali di una zona con una lunga storia.

Giorno 1. Addis Abeba – Makalle – Alitena. Volo per Makalle e in pulmino al museo di Wukro; pranzo ad Adigrat e arrivo ad Alitena, Irob wereda. Visita e notte alla missione Cattolica

Giorno 2. Alitena – Adigrat – Agame Mountains Hiking. Da Alitena ritorno ad Adigrat e poi fino all’inizio del sentiero che con una breve camminata porta ai 2800 metri della guesthouse di Erar sulle montagne dell’Agame. Ritorno ad Adigrat e notte in hotel

Giorno 3. Adigrat – Makalle – Addis Abeba. Visita delle chiese di Michael Imba e Michael Barka. In pulmino fino a Makalle attraverso la strada panoramica di Absi Dera e volo per Addis Abeba.