Un viaggio di due giorni e mezzo in un ambiente di savana secca, dove il fiume Awash ha scavato una maestosa gola

Il Parco nazionale di Awash è nella parte orientale dell’Etiopia: un ambiente di savana secca che geologicamente è parte del grande triangolo di Afar. Il Parco di Awash ha il fascino di un posto di frontiera: la grande sagoma del vulcano Fantale, sorgenti calde in un’oasi di palme, acacie e praterie secche con antilopi e dik dik; e coccodrilli nella gola del fiume Awash. E il tempo sembra essersi fermato nella vecchia e ora in disuso ferrovia che collegava Addis Abeba a Gibuti.

I Karayou che vivono ai confini occidentali del parco sono allevatori di capre e cammelli; appartengono al grande gruppo degli Oromo e praticano ancora il Gada System: un modello, antico e democratico, di organizzazione politica e sociale

Giorno 1. Addis Abeba – Parco dell’Awash. Partenza da Addis Abeba il primo pomeriggio in direzione est; arrivo al Parco di Awash, camminata alle cascate e lungo il fiume. Notte all’Awash Falls Lodge

Giorno 2. Parco e sorgenti calde. Game drive nel parco; pranzo al Doh Lodge; in fuoristrada fino a un’oasi con sorgenti calde. Notte all’Awash Falls Lodge

Giorno 3. Villaggio Karayou – Addis Abeba. Incontro con una famiglia Karayou, nel villaggio; ritorno ad Addis Abeba.